giornale quotidiano

Anche oggi sono andato sul sito web di un noto giornale quotidiano italiano ed anche oggi ho notato un errore ortografico.

Eppure io non credo di essere un genio della lingua italiana, tutt’altro, anche se ho collezionato diversi elogi nella mia vita per il momento.

I giornali si stanno trasferendo tutti su Internet e chi si ferma è perduto.
Questo comporta che le notizie siano immesse sul nuovo mezzo di informazione a una velocità quasi istantanea rispetto al vecchio foglio di carta.
Ma questa velocità non deve giustificare il fatto che tu ti debba impegnare a scrivere nel modo corretto.

Cioè, se facciamo degli errori noi qua su questo blog è già più perdonabile perchè comunque scriviamo avanza tempo e quando abbiamo voglia al momento, ma se chiunque si propone di fare qualcosa che abbia un minimo di professionale, allora difficilmente ci si può permettere di non rileggere nemmeno una volta quello che stiamo scrivendo.

Quello che mi turba poi è il fatto che essendo il sito di un quotidiano nazionale è visto penso da tutti coloro che ci lavorano oltre che da chi lo legge e basta quindi mi stupisco che nessuno dica “we hai toppato correggi ciccio!”.

No, invece l’errore rimane e qui mi chiedo “ma quindi gliene importa relativamente una beneamata ceppa?”.
Se è così è molto triste.

Non è serio, bisogna cercare di darsi comunque uno schema, un contegno altrimenti finisce che “chi se ne frega, ognuno fa quello che gli pare” e la qualità dove finisce?

Certo a volte la gente è talmente ignorante che nemmeno se ne accorge, ma non giustifica nemmeno questo il tuo errore.

Caspita, per lo meno libri, giornali, cerchiamo di scriverli nella maniera giusta.

Fine dello sfogo :)