Strada

Quando i miei genitori erano piccoli, diciamo anni 60, sicuramente di strade ce n’erano meno e quelle asfaltate erano forse poche.

Adesso una strada sterrata la trovi solo se vai in collina, in montagna o comunque in qualche posto un minimo fuori mano.

Poi la situazione è cresciuta, è cambiata, è progredita e già a quelli della mia generazione, ovvero annata 1982, difficilmente riescono ad immaginare, se i loro genitori gli raccontano che una volta la strada X o quella Y non erano nemmeno asfaltate, quasi come se gli raccontassero delle favole.

Bene… se non che ultimamente io come forse tanti altri, ho la sensazione che stiamo andando indietro.
Si probabilmente anche in generale, ma questa volta stiamo parlando appunto di un particolare: le strade l’asfalto.

Come un qualunque cittadino italiano osservando sia la zona dove abito che altre zone dell’Italia mi ritrovo a pensare che queste strade sono abbandonate a sé stesse perchè ci sono sempre più buche a volte veramente pericolose e una situazione quindi che degenera sempre più.

Mi domando… è solamente una mia impressione?
Che questo sia un altro sintomo di crisi?

Fatto sta che in bici, moto o auto che sia c’è da stare attenti ad andare in giro, perchè potremmo trovare qualche “cratere” che ci fa finire non tanto bene.

Allo stesso tempo, spesso e volentieri mi chiedo come mai oramai nel ventunesimo secolo abbiamo ancora strade asfaltate e pneumatici di gomma.
Voglio dire, veramente ancora non riusciamo a fare di meglio e applicarlo alla massa?

Ma qui vado già fuori tema e scrivo forse comunque troppo, quindi per il momento sottoscrivo questa mia lamentela riguardo lo stato di molte strade italiane sperando che una gestione migliore dello stato e dell’economia faccia migliorare queste impressioni, sempre che ci si riesca e che non si torni direttamente ad andare a piedi o a cavallo, nonché in bicicletta, cosa che a me vi assicuro al momento non schiferebbe, anzi ;-)