Tutti noi o quasi siamo abituati a mangiare carne ogni giorno,a portare i bambini allo zoo o al circo,molte donnne fanno acquisti di pellicce costosissime e pregiate molti cacciano per divertimento ma cosa c’è dietro tutto questo? a cosa vengono sottoposti gli animali?

 

In questi giorni ho letto molti articoli sui siti di protezione animali,quali l’oipa,l’empa,la lega del cane e tantissimi altri che potete trovare su internet.

Ho visto immagini che molto probabilmente influenzano molto e ci fanno cambiare idee alimentari o comunque smuovono un pò la nostra coscienza.

Ma partiamo per gradi e cerchiamo di riassumere un pò il tutto attraverso le news e le notizie che ci danno tali siti.

 

LA CACCIA

Ogni anno muoiono milioni di animali sotto i fucili di cacciatori.Essi sono autorizzati a entrare in campi e proprietà private,c’è un rapporto diretto fra stato e cacciatori ossi a voti in cambio di soldi.

Spesso è praticato il bracconaggio e abbattimento di esemplari rari come l’aquila reale,o il muflone della sardegna.il giro d’affari è di 5 milioni d’euro all’anno.

Parte di tale bracconaggio riguarda la cattura di uccelli protetti per poi venderli illegalmente.I metodi di cattura sono gli archetti ossia un ramoscello piegato attraverso il quale passa un filo di nylon bloccato da un pezo di legno all esca.Quando l’uccello toglie l’esca sblocca il meccanismo e il filo si tende e imprigiona la bestiola.

Un altro tipo di caccia è quella alle balene anche se è vietata dal 1986.Esse vengono uccise tramite arpioni esplosivi che si disintegrano dentro il corpo dell animale.A tali arpioni è collegato un tubo che pompa aria dentro il corpo della balena.Nel Canada invece vengono uccisi i cuccioletti di foca presi a martellate e scuoiati vivi.

 

LE PELLICCE

Molte donne amano indossare pellicce,che le fa sentire signore eleganti ma quanti animali soffrono e muoiono per una pelliccia?

Castoro,donnola,visone,volpe,faina,marmotta,tasso,puzzola,opossum,procione e talvolta anche cane e gatto e puledro.Con tagliole,lacci che strangolano,reti speciali o un esca di grasso spalmato su un tubo metallico che quando viene leccato dall animale lo imprigiona.

Molti animali dal dolore arrivano ad amputarsi da soli per cercare di fuggire.Pensiamo poi che i 2/3 di animali catturati non sono animali da pelliccia e  vengono abbandonati sul posto.

Negli allevamenti gli animali vengono posti sotto stress,chiusi in piccolissime gabbie,aumentano l’aggressività.i metodi di uccisione cambiano a seconda delle taglie.

Nel caso di animali grandi tipo le volpi si usa l’elettricità infilando elettrodi nell ano e nella bocca,oppure un proiettile sparato in testa,o il soffocamento tramite gas.Per gli animali più piccoli viene tirata una martellata sul muso,o un chiodo conficcato in testa oppure si annega l’animale.Nel caso delle pecore karakul le si fanno abortire a bastonate due sttimane prima del parto e poi si scuoiano i feti .Tali industrie sconvolgono l’ecosistema  e portano la scomparsa di una specie.Chi paga per la pelliccia che indossi?

il visone,che lotta per liberarsi a forza di sbalzi si contorce e si dimena.Dopo un pò a causa della pressione delle ganasce e per il gonfiore della feritail piede diviene insensibile ed esso soffre.La zampa congelerà in un giorno o poche ore se ci riesce si amputa la zampa e fuggirà.

Le renne forniscono la pelle per giacche,giubbotti e giacconi.Le oltre 200000 renne in Lapponia vengono radunate come nella corrida i maschi vengono trasinati per le corna e abbattuti col coltello.

Il leopardolo si introduce in una gabbia minuscola che lo rende immobile poi con una barra rovente lo si tortura infilandola nell’ano e la si spinge fino ai polmoni.Cosi la pelliccia resta intatta.

 

Per le pelli di serpenti e coccodrillisi inchiodano gli animali vivi ad un palofacendo passare il chiodo attraverso la testa poi si fa un incisione e si strappa la pelle.

 

E adesso ecco quanti animali servono e vanno uccisi per una sola pelliccia,ripeto per UNA sola pelliccia.

A gnello 24-45           lupo 3-5

cane 15-20                  martora 50-60

canguro 20-30        moffetta  60-70

castoro 16-20      nutria 25-35

cincilla’ 130-200    procione 30-40

coyote 12-16            puledro 6-8

coniglio 30-40      puma 6-8

puzzola  50-70       foca  5-8

gatto 20-30         tasso 10-12

gattopardo 12-18    visone 30-70

lince 8-18          vitello 6-8 

volpe 10-20     zibellino 60-80

scoiattolo 200-400.

 

Inserti per guanti,colli,cappelli,giocattoli,suole per scarpe spesso sono fatte con pelli di cani e gatti.

Tale commercio ogni anno causa  2 milioni di vittime.

Gli allevamenti più grandi son in Cina,soprattutto al nord,dove gli animali vengono messi al freddo  per far crescere la peelliccia.I cani vengono poi sgozzati e i gatti impiccati..

Pr nascondere la presenza di pelli e la provenienza sull’etichetta sono usati pseudonomi es asain jackal,asian wolf,corsak fox,dogue of china,finnracoon,genette,goyangi ecc….

 

 

 

 

IL CIRO E GLI ZOO

 

Altre torture vengono effettuate al circo e negli zoo.

Gli animali vengono catturati nel loro ambiente naturale e costretti a ore ed ore di viaggio.I trafficantio approfittano della povertà delle popolazioni locali e li convincono per pochi soldi ad improgionare le bestie.

A causa dello stress e della denutrizione gli animali che arrivano vivi a destinazione sono solo il 40/50 per cento.Adirittura dei pesci cardinale trasportati in aereo in sacchetti pressati dal Sud america ne arrivano vivi solo il 5 per cento..

I pappagalli catturati in amazzonia fanno tappa negli Sati uniti dove gli aspetta una quarantena di 3 giorni in cui vengono imbottiti di antibiotici.

Nei circhi gli animali vengono snaturalizzati privati in modo violento delle loro esigenze biologiche ed etologiche e ridicolizzati per il nostro divertimento.I domatori piegano la volontà degli animali attraverso privazioni o violenze.Le condizioni di detenzione sono pessime:gabbie piccoli,animali legati,condizioni igieniche scarse.Gli elefanti ad esempio vengono immobilizati da due corte catene metalliche.Fermi in piccoli box in mezzo ai loro escrementi passano le giornate dondolando la testa.I leono passano il 97 % della loro giornata in spazi di 2 metri per 2,40.

Dietro gli esercizi dello spettacolo circense si nascondano maltrattamenti e sofferenze.Per costringere gli elefanti ad alzarsi su 2 zampe gli viene messo un ferro rovente sotto la gola.Ai felini vengono limati i denti e tolti gli artigli per renderli inoffensivi,le tigri vengono stese a terra e percosse con le zampe legate.

Riporto alcune dichiarazioni di domatori trovate sul sitop del oipa.Jean richard domatore francese”con i leoni ho trovato una sola soluzione:buttargli uno sgabello addosso dritto sul muso,per gli elefanti utilizzo una barra ed inizio a bastonare con tutta la mia forza” Alfred court dice ” restavo solo con le tigri e le punivo in modo da non farli dimenticare…è il gioco dei domatori di leoni Sin fa agire il leone sotto minaccia della morte.Liana orfei “la belva si avvicina allo sgabello fin quando inseguendo la carne è costretta a salirci sopra.”

Alcuni animali non imparano mai e la loro volontà non può essere piegata,cosi muoiono per le ferite o per inedia.

Lo stesso trattamente avviene nella corrida dove il toro viene prima drogato e purgato per indebolirlo,percosso sui reni con sacche di sabbia,gli viene messa vasellina negli occhi per annebbiarli la vista,gli viene infilata la stoppia nelle narici e gola per non farlo respirare  e li vengono limate le corna scoprendo i nervi,cosi se incorna sentirà dolore.A spettacolo concluso li vengono tagliati orecchie,testicoli e coda.Anche i cavalli dei toreri vengono torturati,la bardatura che hanno che èpare una protezione in realtà nasconde la sventratura a cui il cavallo è stato prima sottoposto.

RANDAGISMO E VIVISEZIONE

 

Molti animali poi vengono abbandonati soprattutto nei periodi estivi o in stato di malattia,trovti nelle strade vengono accolti da canili.

Ma spesso la sparizione di animali da canili e luoghi pubblici è dovuta all’esportazione verso laboratori di vivisezione in italia o in altri stati europei.Ovviamente c’è complicità con le persone all’interno delle strutture,che spinte da incentivi economicisi nascondono dietro giustificazioni come l’adozione all’estero.

Molto in uso è la vivisezione e allevamenti dove i cani vengono fatti crescere a tali scopi esistono.

Eil caso del canile lager di green hill,di cui si è parlato molto a striscia la notizia in questi giorni.

Esso è un canile di beagle usati principalmente per esperimenti e vivisezioni.

All’interno di tali canili le condizioni sono disumane,i cani sono rinchiusi in minuscole gabbie,muoiono di fame e si ammalano,nessuno li cura anzi vengono spellati e vivisezionati con la scusa di favorire la scienza e la medicina.

In realtà gli animali hanno comportamenti diversi totalmente dall uomo,e fare esperimenti su di esse è inutile.

Anni fa è stato venduto ad esempio un farmaco che sugli animali non era nocivo esso serviva a favorire la gravidanza,successivamente i bambini nati dalle donne che avevano assunto tale farmaco presentarono malformazioni.

Inoltre è diverso un tumore naturale da un tumore indotto volontariamente sull animale.

A molti animali si fanno venire apposta tumori per poi una volta uccisi sezionarli e studiarli.

Le oche vengono ingozzate per poi essere uccise.

Purtroppo la legge tollera che farmaci e prodotti chimici siano testati su animali,spesso anche nel campo della cosmetica.

 

 

Lo ripeto io cosi come lo ripetono tantissime associazioni animaliste.La vivisezione è una tortura inutile,poichè il cancro,i tumori,arteriosclerosi e tante altre malattie sono dovute a cause naturali,a una vita sedentaria,a una dieta ricca di grassi e zuccheri,al fumo e alcool.

Testare e fare esperimenti su animali non serve poichè essi come mostrato nell esempio fatto rispondono in modo diverso dall’uomo.cio’ che può essere nocivo per un gatto ad esempio si è visto che non fa nulla ad una mucca,ciò che puo’ uccidere un rettile non fa male ad un mammifero e cosi via.

 

 Inoltre molti suggeriscono una dieta vegetariana o vegana ,poichè contiene lo stesso apporto calorico che una dieta animale.

E provato inoltre che chi segue una dieta vegetariana è più in salute.Poichè la carne di molti animali è ricca di grassi che sono indicativi nelle malattie cardiovascolari.

Tuttavia la dieta vegetariana è priva di vitamina b12 e quindi è consigliabile assumere degli integratori alimentari che presentano questa vitamina.

Pensiamo inoltre che nel mondo il 65% del terreno è usato per allevare gli animali,per il pascolo,il foraggio ecc….Noi occidentali ci cibiamo di tali animali mentre in paesi dove l’agricoltura è tutto molti muoiono di fame proprio perchè i loro campi sono usati per gli animali di cui noi ci cibiamo.La natura offrirebbe già cibo per tutti e se non mangiassimo gli animali nci sarebbe la fame nel mondo.

 

 

 

BASTA CON LE TORTURE AGLI ANIMALI,LASCIAMOLI VIVERE

ELISA

Quindi credo che tutti gli animali hanno il diritto di vivere e di essere rispettati.

 

 

 

caccia

caccia

Ho inserito una immagine non troppo cruenta per non toccare troppo ed involontariamente gli animi sensibili benché ogni giorno, anche se non lo sanno, sono concordi con quello che propongono immagini ben più enfatizzanti, che potete ad esempio vedere qui, dove ho trovato questa:
“La caccia – immagini”.

In questo odierno articolo si legge: “Nuova crociata della Brambilla “Abolire la caccia””.

Non sono un grande estimatore del ministro del turismo Michela Brambilla, ma questa proposta è sicuramente da appoggiare, per me come per tanti altri.

La caccia è un qualcosa che valeva un tempo, ma che allo stato attuale e in determinati paesi non ha senso.
Discorsi vegetariani o vegani a parte nei quali ci si potrebbe affogare per ore e ore, ponendosi in un’ottica “alla Avatar”, se proprio si vuole o si deve uccidere animali è meglio farlo perché non si ha altra scelta.

C’è poi da dire che sempre in questo tempo e in determinate aree sviluppate del pianeta la gente fa un salto al supermercato e non prende il fucile in mano.
Oddio, in realtà da una parte non ci sarebbe molta differenza, ma concentriamoci sul lato contrapposto ed indichiamo che la stessa caccia da questo punto di vista si sta estinguendo da sola poiché io vedo più giovani che la mattina presto danno la caccia alla pasta dal fornaio dopo la discoteca che al cinghiale o che altro nei boschi.
Che sia meglio… beh, in generale di sicuro.

Prevalentemente è un divertimento e, capisco tutto il senso che ci si possa trovare anche, ma oggigiorno sarebbe meglio farsi una partita ad un videogame sparatutto o dotarsi di pistole che sparano vernice e divertirsi con gli amici che sia per i boschi o in un locale che offre il laser game di turno, se proprio ci si vuole divertire a sparare e uccidere.

Quello che poi personalmente ed assolutamente non sopporto ne per niente tollero è quando apprendo tramite i mezzi di informazione che c’è gente che s’è fatta male o che è morta proprio durante la caccia.

Succede continuamente ancora nella vita di tutti i giorni eppure a me e credo a tanta altra gente, spero, viene da osservare, da chiedersi com’è possibile che l’essere umano, mettendo in puro stile d’autocritica noi stessi in primis, sia ancora così incapace di sfruttare a pieno il suo sapere e la sua intelligenza.
Per non dirlo in modo che possa risultare offensivo per nessuno, sia chiaro. ;-)

latte e uova

latte e uova

Molto tempo fa, quando facevo le mie prime riflessioni sul mangiare vegetariano, pensavo come tanti a che cosa mangiano effettivamente e se è giusto o meno mangiare anche uova e latte.
Infatti si sa, solitamente quando si parla di vegetariano la prima cosa che viene in mente è che non c’è carne, ma prima di tutto non c’è nemmeno il pesce e dopo di che, se si è vegetariani in senso puro, ovvero i così detti vegani, non si mangia niente che derivi dagli animali, nemmeno il miele, poiché nei prodotti della terra c’è già tutto quanto può essere trovato in ciò che non mangeremo più.

Non è che ci voglia molto, basta avere a disposizione tutti i vari prodotti della terra per creare una dieta fatta a modo.
Se uno guarda i componenti di ciò che mangia, alla fine non deve far altro che rispettare un programma dove soddisfa sia i suoi gusti che le sue necessità.
Dopo di che, proteine, vitamine, carboidrati, grassi, sali minerali e via dicendo ci sono anche in tutto ciò che non è carne, pesce, uova, latte, miele e via dicendo.

Semplicemente: perché dovremmo disturbare gli altri, cioè gli animali, quando coltivando la terra troviamo già tutto?
E’ come se andassimo ad affettare la coscia di una amica o strizzassimo le tette della zia per avere latte o prendessimo gli ovuli dalla vagina di una cugina per farli poi in padella.
Si si, lo so che magari ridete o fate una faccia strana, ma in sostanza alla fine è così.
Anche per i cannibali è normale uccidere e mangiarsi gli altri, la filosofia è solamente… cos’è normale?

Ma al di là di ciò, se per svariati motivi, che potete già trovare in post precedenti, si può trarre vantaggio dall’alimentarsi con i prodotti della terra dove si trova tutto ciò di cui abbiamo bisogno, perché dobbiamo fare male agli altri e a noi stessi nonché all’intero pianeta per l’appunto gratuitamente?

Bene, fatto questo preambolo andiamo ad incentrarci nuovamente sul punto del post, latte e uova.
Ci fa bene mangiarli? Uccidiamo animali mangiandoli?

Si perché chi sceglie di essere vegetariano pensa spesso che mangiando uova e bevendo latte non uccida animali e questo è sbagliatissimo in quanto per fare latte servono mucche messe incinte che sfornano un vitello che comunque sarà ucciso o abbandonato e saranno uccise pure loro appena non faranno più latte.
Ora, tolto il fatto che siamo gli unici che dopo essere stati neonati continuiamo a bere il latte, nemmeno nostro ma di altri animali diversi da noi.
Il problema sta nel fatto che nel latte oltre al calcio ci sono le proteine animali ad esempio che nel loro processo consumano calcio e finisce che il famoso latte invece di darci calcio ce lo ruba addirittura dalle ossa.
Così dicono evidentemente alcuni studi sui quali non dovete fare altro che informarvi.
Mentre nella verdura a foglia verde c’è quanto e più calcio del latte, ma senza proteine animali a consumarvelo.
Per non parlare del resto, ci sono anche altri fattori negativi inerenti da considerare, ma per questo vi rimando ai link ai quali è ispirato questo post.

C’è da considerare poi che per gli allevamenti si disbosca, si produce CO2 e si diminuisce appunto la capacità del pianeta di smaltirla, insomma, si fanno danni anche all’ambiente.

Per le uova?
Sostanzialmente idem!
Prima di tutto l’uovo è per la maggior parte grassi, ma tolto questo, forse la gente non sa che, logicamente, se le uova le fanno le galline e per ogni gallina nasce un futuro gallo, che fine fa quest’ultimo?
Indovinate un po’? CAPUT!
Come pure le galline appena non son più buone allo scopo, mentre se si facessero gli affari loro in un campo camperebbero meglio e di più.
Senza considerare le mutilazioni e crudeltà varie che gli vengono fatte.

No ma tanto a voi che importa, voi mangiate e in culo a tutti, anche a voi stessi in pratica.
Egoismo, competitività maligna, materialismo, tuttora ci avvolgono dipinti a macchie su qualcosa di naturalmente ed infinitamente vasto: l’ignoranza.

Ma ci siamo evoluti e si spera ci continueremo ad evolvere, sempre in meglio, anche se spesso non sembra sia così, dipende dai punti di vista!
L’autocritica comunque è anche segno di miglioramento intrinseco.

In ogni caso, questo post non è altro che la continuazione del mio studio inerente al mondo vegetariano, per il quale sto studiando vari siti, siamo partiti da VeganFacile.info e siamo giunti nella pagina relativa a latte e uova.

I link sono presenti anche sulla pagina stessa, ma in ogni caso, consiglio vivamente di leggere anche:

1) InfoLatte.it
2) Proprietà nutrizionali latte
3) Lettera aperta ai vegetariani

Prima leggete tutto, informatevi, e poi, parliamone insieme, se e quando volete.
Io sono qui a studiarci su e studiare insieme ci aiuta reciprocamente.