Report

Report

Per vedere la prima parte cliccate sull’immagine all’inizio del post.
Ecco qui il link è alla playlist e quindi sulla destra trovate le altre parti che compongono la puntata.

Il titolo originale che Report ha dato alla puntata del 9 Maggio 2010 è “L’auto permettendo”, ma ho voluto intitolare questo post usando una nota formula irriverente.
Perché io ve lo dico, se è il vostro caso smettete per un attimo di perdere tempo scrivendo boiate su FESSbook, lasciate stare per un attimo il film, la serie tv, il videogioco o il programma tv spazzatura di turno e fatevi un regalo, prendetevi un momento ci cultura e di riflessione con uno dei pochi programmi che si salvano in televisione e che meritano di essere visti.

Era domenica sera.
Io e mio cugino ci siamo trovati per cenare insieme sparando qualche cavolata.
E le nostre facce si sono ritrovate sbigottite ancora una volta di fronte a ciò che abbiamo visto e che abbiamo vissuto per poco nei paesi del nord Europa e purtroppo tutti i giorni nella nostra nazione.
Appoggiato a quella tavola con la mano che reggeva la testa ed una profonda sensazione macchiata di tristezza, risalivano da dentro me alcuni consueti fantasmi, varie ed ormai note riflessioni echeggianti “Perché non sono rimasto a Helsinki?”, “Perché da me non è così?”, “Forse dovremmo emigrare… è veramente da imbecilli stare qua?”.

Ecco, è sempre questa la questione e tutto dipende, da molti fattori.
Forse ormai tutto il mondo è paese, vulcani permettendo ci si sposta rapidi, comunichiamo in modo istantaneo con Internet.
Dobbiamo tutti rivedere alcuni pensieri ed usare le risorse di tutto il pianeta nel modo migliore… ma torniamo alla puntata.

Non per il programma in sé, ma per ciò che cerca di raccontare, che riguarda tutti.

Sicuramente è ovvio che in via personale mi sento molto coinvolto con cosa dice questa puntata, ma non tanto perché sono un amante della bici, ma soprattutto della natura, del mondo e soprattutto delle cose fatte per bene, con intelligenza.

Continua a leggere questo post

Sapete, ce ne sarebbero talmente tante di cose importanti da segnalare e di cui parlare, che solo su questo sito potrei passarci tranquillamente la giornata.
Ma bisogna operare delle scelte, dare delle priorità e in quest’occasione ho deciso di darla ancora una volta a questo programma televisivo: Report su Rai3.

Come già trattato altre volte, vi dico, che per quanto mi riguarda, è una delle poche trasmissioni salvabili in televisione.
O comunque, che per lo meno, invece di proporre sciocchezze, falsità, o di far divertire non in modo intelligente, ma stupido, da alito ad informazioni importanti che tutti dovrebbero vedere e rivedere più volte.

La puntata della domenica passata, denominata “Google Baby”, tratta diversi argomenti non poco importanti, come quello su cui si inizia: incidenti stradali e relativa ignoranza delle persone a riguardo.
Ma come suggerisce il nome, il servizio più importante è sicuramente quello relativo a… ordinare bambini via Internet.

No, non si tratta di adottare qualche bambino povero, si tratta di metterci lo sperma eventualmente, poi magari c’è chi presta l’ovulo perché c’ha bisogno di soldi per i suoi lussi e infine chi presta l’utero, la sua vita, la sua anima e le sue emozioni per far si che la vita nasca, come se tu l’avessi ordinata al supermercato, anche nei particolari.

E’ giusto tutto ciò?
Ci sono diverse cose da vedere e diverse riflessioni da fare.

Sarò breve, perché potrei scriverci tranquillamente un libro, ma non è ora il caso.
Personalmente credo che alcune leggi siano stupide, alcune cose doverose e importanti, ad esempio cercare di evitare determinate malattie o problemi a coloro che nasceranno.
Dipende tutto da come lo si fa.
Ma trovo un’altra forma a suo modo esponenziale del concetto di prostituzione il fatto di affittare il proprio corpo in questo modo.
Le moine, i sorrisi ed i discorsi son soltanto tali, il cardine rimane il denaro, l’ignoranza e l’approfittarsi di chi ha difficoltà, a qualunque livello siano.

Queste mie poche parole hanno poco valore, al di là di una opinione personale.
Guardate la puntata, o se credete la parte saliente sull’argomento principale e poi riflettete con la vostra testa.

A questo URL trovate l’elenco dei video su Youtube che compongono la puntata:
http://www.youtube.com/user/lucacmn#grid/user/9532B3C2A8DF863D