auto blu

auto blu

Ma davvero ci si chiede se là non abbiano altro a cui pensare che queste iperboliche boiate: “Ultima vergogna del Palazzo: patente speciale per auto blu Niente più taglio dei punti”.

Come si apprende dall’articolo è stato approvato in commissione Lavori pubblici del Senato, un emendamento del senatore Cosimo Gallo (Pdl) per il quale si vuole  “una patente professionale per gli autisti delle ‘auto blu’ a cui non saranno piu’ applicate le sanzioni sulla decurtazione dei punti patente”.

Ma notiamo cosa dice il suddetto senatore nel difendersi: “Spesso è il politico a chiedere all’autista di accelerare, magari perché l’aereo è arrivato in ritardo e c’è un appuntamento importante. Non è giusto che la fretta del datore di lavoro ricada sull’autista”.

Certo che non è giusto che la fretta di un datore di lavoro ricada sull’autista, ma il problema è che tu le regole non le puoi e non le devi infrangere lo stesso al pari degli altri cittadini.
Altrimenti l’autista dell’auto blu e praticamente per transitività chi lo paga ed usufruisce del servizio in pratica mi va quasi al pari di una volante della polizia o un’autoambulanza che corrono per salvare la vita a qualcuno.

Di aerei o altri mezzi in ritardo come di appuntamenti importanti ce ne sono a iosa per tanta gente, ma non mi sembra un valido motivo per far sì che si renda legale lo scorrazzare in auto fregandosene delle regole.
Anzi, le auto blu in particolare sono un servizio su cui ci sono già stati tanti episodi per i quali verrebbe più da tagliarle via o organizzarsi in altro modo, ma non certo in questo.

Ma che vuoi, in questa nazione ognuno continua a fare come gli pare.

Le regole, il codice della strada esiste per un motivo.
Ne va della sicurezza e della vita delle persone.
Inutile fare i supereroi, tra queste persone ci sei anche tu e chi ti sta caro.
Per questo è stato fatto che si possano infrangere in caso di emergenza.
Ma di vera emergenza, non perché l’aereo del senatore è in ritardo dai!

Sarebbe meglio risolvere i problemi veri che pensare a come ovviare ad i ritardi correndo più forte in auto a discapito del cittadino.
Perché se poi mancano i soldi, nell’auto blu non ci metti nemmeno la benzina.
Nessuno è immune, tutta la realtà è impermanente.