caccia

caccia

Ho inserito una immagine non troppo cruenta per non toccare troppo ed involontariamente gli animi sensibili benché ogni giorno, anche se non lo sanno, sono concordi con quello che propongono immagini ben più enfatizzanti, che potete ad esempio vedere qui, dove ho trovato questa:
“La caccia – immagini”.

In questo odierno articolo si legge: “Nuova crociata della Brambilla “Abolire la caccia””.

Non sono un grande estimatore del ministro del turismo Michela Brambilla, ma questa proposta è sicuramente da appoggiare, per me come per tanti altri.

La caccia è un qualcosa che valeva un tempo, ma che allo stato attuale e in determinati paesi non ha senso.
Discorsi vegetariani o vegani a parte nei quali ci si potrebbe affogare per ore e ore, ponendosi in un’ottica “alla Avatar”, se proprio si vuole o si deve uccidere animali è meglio farlo perché non si ha altra scelta.

C’è poi da dire che sempre in questo tempo e in determinate aree sviluppate del pianeta la gente fa un salto al supermercato e non prende il fucile in mano.
Oddio, in realtà da una parte non ci sarebbe molta differenza, ma concentriamoci sul lato contrapposto ed indichiamo che la stessa caccia da questo punto di vista si sta estinguendo da sola poiché io vedo più giovani che la mattina presto danno la caccia alla pasta dal fornaio dopo la discoteca che al cinghiale o che altro nei boschi.
Che sia meglio… beh, in generale di sicuro.

Prevalentemente è un divertimento e, capisco tutto il senso che ci si possa trovare anche, ma oggigiorno sarebbe meglio farsi una partita ad un videogame sparatutto o dotarsi di pistole che sparano vernice e divertirsi con gli amici che sia per i boschi o in un locale che offre il laser game di turno, se proprio ci si vuole divertire a sparare e uccidere.

Quello che poi personalmente ed assolutamente non sopporto ne per niente tollero è quando apprendo tramite i mezzi di informazione che c’è gente che s’è fatta male o che è morta proprio durante la caccia.

Succede continuamente ancora nella vita di tutti i giorni eppure a me e credo a tanta altra gente, spero, viene da osservare, da chiedersi com’è possibile che l’essere umano, mettendo in puro stile d’autocritica noi stessi in primis, sia ancora così incapace di sfruttare a pieno il suo sapere e la sua intelligenza.
Per non dirlo in modo che possa risultare offensivo per nessuno, sia chiaro. ;-)

  • lorenzo

    guarda , se non sai bene cosa sia la caccia puoi solo che stare zitta perchè noi cacciatori non lo facciamo per il divertimo prima di tutto lo faccia ko perche 1 bisogna farlo per evitareil sovraffollamente di bestie 2 non opsariamo alla cieca a qualsiasi cosa si muova noi preleviamo gli animali che il comune ci segna di prelevare 3 se nmon ci fossero i cacciatori al tempo doggi in tante zone in italia ci sarebbero seri prolemi 3 noi rispettiamo e amiamo la natura èpiu di molte altre persone 4 preferisci la carne di un cinghiale appena preso in mezzo al bosco e lasciato vivere in pace nel suo ambiente o la carne di un animale come maiale o altro che vengono fatti cresciere e ingrassare fino all’ maciello e costretti a vivere rinchiusi ? comunque mi chiamo lorenzo , ho 16 anni

  • http://www.robertobandini.it Roberto Bandini

    Ciao Lorenzo!
    Non ho capito con chi pensi di parlare visto che hai scritto “zitta”.
    Con il ministro Brambilla?
    Potresti scrivergli forse.
    Prendendo quella frase per intero “puoi solo che stare zitta”, è ovvio che la lingua italiana la devi curare di più.
    Per quanto riguarda il discorso che hai fatto, applicare un determinato controllo su certi aspetti della fauna mi sembra giusto anche se credo che ci sia modo e modo.
    Inoltre penso che non certo tutti i cacciatori rientrino nel tuo discorso.
    Non metto in dubbio che ci siano persone che amano meno la natura rispetto ad un cacciatore.
    Non penso sia colpa del calciatore.
    In questo come in altri ambiti è una mera questione di conoscenza.
    Infatti, forse il maiale di cui parli può darsi che se la cavi peggio del cinghiale, ma io come tanti altri ci siamo informati e abbiamo capito che per motivi che vanno dalla salute propria a quella del mondo intero nonché altre ragioni, è meglio evitare la carne sia dell’uno che dell’altro.
    Credo sia migliore cercare di non mangiare carne o altro che derivi dagli animali e puoi ricavare in modo migliore e più salutare dalla natura, preservando al tempo stesso gli animali, proteggendoli e controllandoli senza sfruttarli o ucciderli per forza.
    E’ una questione di intelligenza e di cultura in generale.
    Prima di storcere il naso prova a leggerti per intero un sito come questo ad esempio http://www.vegfacile.info
    Io ti invito a informarti prima di esprimere giudizi.
    Se poi tu vuoi illustrare altre cose della caccia che pensi che io o altri non sappiamo puoi dirle liberamente.
    Ovviamente in modo educato, altrimenti i messaggi saranno solamente cancellati.