Oh bene… ero annoiato da cosa mi potevano proporre i soliti quotidiani e Leggo.it mi ha dato una ispirazione.
Sicuramente non la migliore, niente di che ma… e se fosse più interessante di ciò che… beh vediamo insieme!

Come si appura anche dall’articolo “Si vaccina contro la suina e ora non cammina più”,  la bella ragazza in questione ha fatto il vaccino contro l’influenza suina A/H1N1 e adesso, come si vede ha dei notevoli problemi a camminare e non solo.

Di primo acchito vedendo il video ho pensato quasi che era tutta una farsa, poi lo stile con cui fanno i servizi negli Stati Uniti certo non aiuta… enfatizzano tutto in un modo che al confronto noi siamo degli intelligenti angeli.

Certo che però fa pensare un attimino… a me personalmente mi ha ricordato, ma per pura esperienza personale, quando mi son sentito male quest’anno per mesi e mesi…
Non facevo quei versi lì, però non riuscivo bene a controllare… tolto il fatto che nessun medico c’ha capito niente, ma in fondo mica è colpa loro.
E si, qualcuno sarà scocciato dal fatto che lo ripeta, ma sai, ognuno è complice della sua vita e va cianciando ciò che ha visto personalmente.

Continua a leggere questo post

passo vizze

passo vizze

Si, mi è venuta così… il titolo adesso, l’idea stamattina…

Questa mattina esatto… dopo aver visto un film interessante consigliato da una ragazza a suo modo speciale, me ne andavo a letto un po’ malinconico.
Dentro di me sapevo già che in qualche modo non avrei dormito poi tanto bene…

Erano circa le tre di notte e mi ritrovo sveglio già alle otto e mezzo causa martello pneumatico nella mia strada per chissà quale lavoro…
Non mollo, nonostante tutto ed in ogni caso, non lo faccio mai.
Prima o poi finirà.
Molto emblematico.

Vago tra mille sogni, mille idee.
Una me la stava dando lei senza volere.
Suggeriva immagini per una storia che prendeva forma nella mia testa.
Nebbia di fiori sfumata.

Sono quasi le dodici… mezzogiorno.
Vengo tirato fuori da un oblio per via di persone che si scontrano a suon di suoni nel traffico.
Rabbiosi come tigri.
Sofferenza in me insieme a mille perché.

Rivedo tutto in un attimo.
Un film alla fine già visto troppe volte.

Perché sono lì e non in un altro luogo, libero, in una valle, una montagna, solamente la musica del vento, la sinfonia della natura.
La serenità nella gioia.

Deve essere che in fondo non mi stanco mai.
Battaglie che finché ho vita brucio dalla voglia di combattere.
Sempre più.

Domande stupide, riflessioni sporche quanto troppo usate.
Perché mai siamo costretti a vivere così?

L’immagine del traffico a Firenze.
La bellezza della Toscana.
Com’è che ci troviamo a combattere tra noi?
Ci dobbiamo conoscere, tutti.

Per un attimo ancora immagino di essere là, accanto a qualche mucca. Ironia.
Vicino ad una cascata.
Il terreno un poco umido, l’eco lontano, l’aria che in modo casuale punge la tua pelle, mentre il pensiero rimane disteso nell’aria.

Eppure il prato sempre verde è…
… di una speranza senza fine.

Nota: la foto l’ho fatta io nell’Agosto del 2009 in cima al passo Vizze, val di Vizze vicino a Vipiteno, quella che si vede oltre i cartelli è l’Austria, dopo aver stabilito un mio piccolo record personale, ovvero aver salito di 800 metri di altezza anche se non stavo bene, percorrendo a corsa un sentiero del CAI per cui erano previste tipo due ore e mezzo. Lo so, vi ho svegliati bruscamente da un eventuale ipotetico romanticismo. Pazienza.

Avrei voluto vederla dal vivo, fare magari un bel viaggio con amici, divertirsi, ma per ora sono comunque “solo” e poi vabbè… le spese… quelle se ti importa in genere appunto le superi.
Ma comunque, meno male che per ora esiste Internet e possiamo così “gratuitamente” vedere tutto, “viaggiare”, senza molta fatica.

Ed ecco che così, avvisato dallo stesso YouTube, mi metto a vedere questa ennesima conferenza del mitico Corrado Malanga.
Quello che vedete qui sopra è la prima parte, sono 32 parti da 10 minuti ciascuna e quindi un po’ di tempo ci vuole.
Non so se ci saranno altre parti da aggiungere poi, perché sembra che comunque continui ancora vedendo la numero 32, ma in ogni caso, fin qua sono arrivato.

Questa volta non si parla di alieni, la conferenza è infatti sulla PNL ovvero la Programmazione NeuroLinguistica.
Gli alieni e tutto il resto viene citato giusto due o tre volte perché Corrado Malanga è entrato in questo mondo per servirsene riguardo i suoi studi e… salvo io mi spieghi o capisca male, ci ha visto molto altro, come succede in genere anche a me “esplorando” nella vita…

C’è infatti una forte componente sul fatto di informare la gente su come funzionano certe cose che da un certo punto di vista son banali, da un altro poi se uno vuole le può approfondire e diventano estremamente complesse.
Informare la gente perché certe tecniche, certe cose, vengono usate da chi le conosce per approfittarsi del prossimo, che sia un politico per convincere la gente o un venditore di elettrodomestici che ti suona alla porta.
Come anche qualche psicologo che fa bene o meno il suo lavoro.

Continua a leggere questo post