24settembre, 08

Islam Barbie

islam barbie

islam barbie

Una Barbie versione islamica è uscita.

Ok, da un certo punto di vista non fa una piega, ma ai miei occhi mi sottolinea come giorno dopo giorno io trovi a suo modo questo mondo sempre più ridicolo.

In quest’epoca in cui si sta diffondendo l’informazione instantanea e onnipresente via Internet, dovremmo aver realizzato quale sia la giusta misura.

Non si può andare in giro per il mondo nudi, in generale, ci vogliono si, un contegno, dei valori, dei vestiti per coprirsi in modo decente, perché siamo ancora degli animali soggetti alla visione del corpo altrui e degli stimoli che ne derivano.

Ma non si può portare tutto ciò all’esasperazione ottenendo comunque dei danni paralleli quanto opposti.

Il troppo stroppia sempre.

Io non sono contro le diverse culture, la creatività, l’esprimersi, ma per tutto c’è modo e modo.

Ogni popolo ha le sue usanze, che è giusto mantenere, ma siamo sempre più globali e si spera che in questo processo, che si sta verificando tutt’ora, si impari ognuno dall’altro le caratteristiche migliori.

Questo sarebbe intelligente.

Non sono tollerabili certi comportamenti che avvengono tutt’ora in determinati paesi anche contro la donna stessa.

Qui si passa da un estremo all’altro, dalla donna usata come velina a quella segregata e coperta da cima a fondo.

Tutto ciò è semplicemente sciocco quanto ridicolo ai miei occhi.

Se parliamo di vestiti, di esprimersi, di porsi, la donna deve avere un suo stile, per carità anche influenzato dalla cultura, ma niente di più e se proprio si vuole coprire da capo a piedi deve essere perché lo vuole fare lei.

Se volete maggiori informazioni riguardo la Barbie islamica leggetevi questo articolo da cui ho tratto ispirazione: “Barbie e Ken in versione islamica Vestiti umili e lei col velo in testa“.